Carta identità elettronica, come velocizzare la richiesta

Introdotta in via sperimentale a partire dal marzo 2016, la carta d’identità elettronica (CIE) è il nuovo documento personale che va a sostituire il vecchio “talloncino in carta”. Rispetto alla vecchia carta di identità, infatti, la CIE è più piccola ed è in plastica: somiglia dunque a una carta di credito o bancomat, dai quali eredita anche alcune caratteristiche tecniche. La CIE, ad esempio, è dotata di un chip che conserva tutti i dati personali del suo possessore. Sulla parte frontale, poi, è presente la foto del cittadino con i dati anagrafici, mentre sul retro è presente il codice fiscale, sia nella modalità a lettere e cifre, sia sottoforma di codice a barre.Questa carta garantisce l’accesso a tutti i servizi della pubblica amministrazione e può essere esibita ogni volta che viene richiesto un documento che attesti l’identità della persona. Negli ultimi tre anni sono state rilasciate oltre 8 milioni di carte di identità elettroniche, e praticamente tutti i Comuni hanno l’autorizzazione e gli strumenti per rilasciarla. Basta recarsi allo sportello anagrafe per inoltrare la richiesta. Questa verrà poi inviata al Poligrafico e Zecca dello Stato. Purtroppo, in molti Comuni i tempi d’attesa sono lunghi, occorre addirittura prendere l’appuntamento per inoltrare la richiesta. Fortunatamente, il Governo ha messo a punto una procedura per velocizzare l’ottenimento della carta di identità elettronica.Come ottenere la carta di identità elettronica velocementeIl Governo, in collaborazione con il Poligrafico e Zecca dello Stato ha creato una procedura che permette di prenotare online la carta di identità elettronica. Per inoltrare la richiesta basta collegarsi al sito ufficiale: https://www.prenotazionicie.interno.gov.it.Nella Home Page ci saranno due scelte: una per le Pubbliche Amministrazioni, una per i cittadini privati. Dopo aver scelto la seconda opzione, si prosegue con la compilazione del form per la scelta del Comune. All’interno del modulo occorre spuntare il motivo della richiesta, a scelta tra primo documento, rinnovo, furto/smarrimento, minori, impossibilità di recarsi in Comune. Inoltre, bisogna scrivere il nome e il cognome del richiedente, il Codice Fiscale e il Comune in cui prenotare. Inoltre, il sistema richiede di caricare la foto, e a questo punto verifica automaticamente che corrisponda ai requisiti obbligatori. Ciò permette di evitare ulteriori perdite di tempo a causa di una immagine sfocata o che non rispetta i requisiti necessari. Il cittadino può leggere l’Informativa sulla Privacy e quella per l’eventuale donazione dei propri organi e tessuti da integrare nella carta di identità, che dovrà poi essere firmata ufficialmente davanti all’impiegato, in quanto Ufficiale di Stato Civile.CIEQuesta procedura permette di velocizzare l’ottenimento della carta di identità elettronica perché, dopo aver prenotato online, si arriva all’appuntamento con tutte le informazioni già a sistema, quindi si devono solo apporre le firme e prendere le impronte digitali, oltre ad acconsentire all’eventuale donazione degli organi.La procedura online è gratuita per tutti i Comuni già attrezzati per il rilascio della carta di identità elettronica, che sono 7638 su 7915. Quelli che ancora non hanno aderito al sistema possono inviare un’e-mail di richiesta all’indirizzo cie.comuni@interno.it.Alcuni Comuni, come quello di Firenze, danno la possibilità ai cittadini di inoltrare la richiesta immediatamente, basta semplicemente presentarsi e la procedura viene eseguita “a sportello” senza appuntamento.Cosa portare durante l’appuntamento in Comune?Dopo aver inviato la richiesta e ottenuto l’appuntamento in Comune, è obbligatorio portare una serie di documenti o superare alcuni requisiti.Carta identità elettronica fronte e retroInnanzitutto, bisogna presentare un documento identificativo, che può essere la patente, la vecchia carta di identità (come quella scaduta) o il passaporto. Se non si possiede alcuno di questi, è necessario farsi accompagnare da due testimoni.Inoltre, sono necessari una fotografia recente, a meno che non sia già stata caricata al momento della prenotazione online, l’eventuale denuncia del furto o smarrimento e la tessera sanitaria.Per avere il documento elettronico occorre pagare 22,21 euro oppure 27,90 euro se si ha già avuto la CIE ma è stata danneggiata o persa. Presto il sistema permetterà il pagamento online, ma per il momento presso i Comuni si può pagare in contanti oppure con il POS.Perché è importante avere la Carta di identità elettronica?Il Governo sta stimolando la diffusione del documento elettronico per diversi motivi. Innanzitutto, perché quello tradizionale, realizzato in normale cartoncino, è più facile da falsificare. L’Italia con questa mossa vuole infatti allinearsi con le procedure ormai diffuse in tanti Paesi d’Europa, dove la carta di identità elettronica è il supporto principale. Il nostro Paese è uno dei pochi a emettere ancora il formato cartaceo.Carta di identità elettronicaLa CIE permette di tenere sotto controllo la sicurezza dei cittadini, e identificarli anche tramite dei dati assenti nel documento tradizionale, come le impronte digitali. Queste sono salvate nella memoria interna della carta di identità. Infine, si tratta di un documento che permette di riconoscere i cittadini in modo immediato, anche usando un dispositivo come lo smartphone. Alcuni di questi infatti riescono a leggere la CIE e associarla ad un Codice Fiscale per una visita medica in ospedale. In futuro, si potranno integrare anche altri servizi pubblici e privati, come l’iscrizione alle biblioteche, l’abbonamento ai mezzi pubblici e così via. Insomma, questo documento è destinato a soppiantare totalmente la carta di identità cartacea e rappresenta una garanzia importante per i cittadini. Ecco perché è importante inviare la richiesta e ottenerlo velocemente. 5 maggio 2019

Fonte Fastweb.it

Calendario Notizie

Dicembre: 2021
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031