Cisterne di carburante da Rafah a Gaza, feriti entrati in Egitto

Due cisterne di carburante sono
entrate nella Striscia di Gaza attraverso il valico di Rafah con
l’Egitto, dove continuano ad entrare stranieri, egiziani e
feriti, tra cui tre bambini.
    Un video diffuso dall’ufficio stampa del governo mostra i
camion con gli aiuti umanitari che attraversano il valico. Sui
camion si legge ‘Lunga vita all’Egitto’, il nome del Fondo
sovrano destinato alla popolazione di Gaza, secondo le direttive
del presidente Abdel Fattah al-Sisi. Su altri si legge: ‘Dal
popolo egiziano al popolo palestinese, La Mezzaluna Rossa
egiziana’, ‘Il Ministero della Solidarietà, ‘La Casa della Zakat
e dell’elemosina’, che fa capo ad Al Azhar).
    In un altro video si vedono i 2 camion cisterna che entrano a
Gaza. Sulla facciata dei camion si legge ‘Laa compagnia dei
figli del Sinai”, sulle fiancate ‘Unrwa’, l’agenzia dell’Onu per
i rifugiati palestinesi. Su un edificio c’è scritto “benvenuti
in Palestina”.
    Intanto il segretario generale della Mezzaluna Rossa egiziana
ha fatto sapere che finora sono entrati in Egitto 320 stranieri,
per lo più provenienti da Germania, Francia, Turchia e America,
e 90 egiziani. Sono arrivati ;;anche 6 feriti, tra cui 3
bambini, Sono entrati a Gaza anche 120 medici e personale di
organizzazioni internazionali, tra cui una delegazione medica
giordana e degli Emirati.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Fonte Ansa.it

Calendario Notizie

Dicembre 2023
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031