Coronavirus: Wsj, Usa stanno usando dati

(ANSA) – ROMA, 30 MAR – Negli Stati Uniti funzionari governativi stanno già utilizzando i dati sulla posizione di milioni di telefoni cellulari nel tentativo di comprendere meglio i movimenti degli americani durante la pandemia di coronavirus e come questi possono influenzarne la diffusione. A spiegarlo è il Wall Street Journal. Il governo federale, secondo fonti citate dalla testata, attraverso i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc), i governi statali e quelli locali hanno iniziato a ricevere le analisi sulla presenza e il movimento delle persone in determinate aree di interesse geografico, attinte appunto dagli smartphone.
    L’obiettivo è monitorare fino a 500 città degli Stati Uniti per pianificare una risposta alla pandemia. Non sono presenti dati sensibili come il nome dell’utente del cellulare. Il portale che raccoglie i dati mostrerebbe quali destinazioni sono ancora frequentate dalla folla, come la parte di Brooklyn di fronte a Manhattan che attira ancora tanti newyorkesi, informazione consegnata alle autorità. I dati, secondo gli esperti, mostrerebbero anche quanto le persone, in generale, stanno rispettando l’ordine di restare a casa.
    L’analisi è condotta da un insieme di aziende tecnologiche e data provider. Il Cdc e la Casa Bianca, interpellati dal Wall Street Journal, non hanno risposto. I programmi commissionati dal governo destano preoccupazioni in merito alla tutela dei dati personali. “Sono obbligatorie forti garanzie giuridiche”, dice al Wsj Wolfie Christl, un attivista per la privacy. (ANSA).
   

Fonte Ansa.it

Calendario Notizie

Maggio: 2021
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31