Draghi, ‘l’economia Ue è indebolita, serve una road map’

Nell’incontro di oggi con i
Commissari Ue, a quanto si apprende dai collaboratori dell’ex
premier, Mario Draghi ha proposto un breve inquadramento delle
dinamiche che hanno determinato scenari attuali e prospettive
per la competitività europea. Di fronte al progressivo
indebolimento dell’economia europea si pone la necessità di
definire una roadmap ampia e dettagliata, che identifichi
chiaramente priorità, linee d’azione e politiche da mettere in
atto nei diversi settori, ha spiegato Draghi, sottolineando come
il suo report non potrà che essere basato su un’analisi accurata
dei dati, frutto di un esercizio il più possibile aperto.
    Nella breve introduzione fornita da Draghi al seminario dei
commissari organizzato a sud di Bruxelles, l’ex premier,
incaricato da Ursula von der Leyen di stilare il report sulla
competitività, ha osservato come, partendo dal 2016, si è
assistito a una serie di fatti nuovi e rilevanti per l’Europa
negli ambiti più diversi, dall’elezione di Donald Trump
all’affacciarsi prepotente della transizione green nell’agenda
di governi e organizzazioni, fino all’avvento, ben più veloce
del previsto, dell’intelligenza artificiale. In questo contesto,
ha rilevato Draghi, l’economia europea ha fatto registrare un
progressivo indebolimento, perdendo slancio e cedendo centralità
nelle catene dell’offerta, a beneficio di altri paesi come Stati
uniti e Cina. La guerra in Ucraina, , ha aggiunto l’ex premier, non ha fatto che confermare le fragilità del Vecchio Continente,
non solo dal punto di vista economico ma anche in termini di
modello geopolitico.
    Ne consegue – questo in sostanza il ragionamento di Draghi –
la necessità di definire una roadmap ampia e dettagliata, che
identifichi chiaramente priorità, linee d’azione e politiche da
mettere in atto nei diversi settori.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Fonte Ansa.it

Calendario Notizie

Marzo 2024
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031