È morto il sociologo Domenico De Masi

È morto all’età di 85 anni il
sociologo Domenico De Masi. Si è spento in seguito a una “improvvisa e micidiale malattia”, spiega il sito del Fatto
Quotidiano, con cui collaborava.
    Docente emerito di Sociologia del lavoro all’università La
Sapienza di Roma, dove è stato preside della facoltà di Scienze
della comunicazione, De Masi era nato a Rotello, in Molise, il
primo febbraio 1938. Nella sua lunga attività si è occupato di
sociologia del lavoro e delle organizzazioni, studiando a fondo
la società post industriale. Ha fondato tra l’altro la
S3.Studium, scuola triennale di specializzazione post laurea in
scienze organizzative, e la Sit, Società Italiana Telelavoro.
    Noto volto tv, ha all’attivo decine di libri, tra i quali Il
lavoro nel XXI secolo, Ozio Creativo, Lavorare gratis, lavorare
tutti. Perché il futuro è dei disoccupati e Mappamundi. Modelli
di vita per una società senza orientamento. Tra le sue ultime
pubblicazioni, La felicità negata, Lo Stato necessario e Smart
working: La rivoluzione del lavoro intelligente.
    “Dall’ozio creativo al lavoro agile. Con Domenico De Masi – è
il cordoglio degli europarlamentari M5s – ci lascia un fine
intellettuale, precursore dei tempi con le sue teorie innovative
e difensore dei diritti sociali e civili. Da Preside della
Facoltà di Sociologia della Comunicazione della Sapienza aveva
dimostrato di essere sempre dalla parte dei più deboli e dei
giovani, il suo chiodo fisso. Le nostre condoglianze alla
famiglia e alla comunità di Ravello, comune che aveva apprezzato
negli anni il suo attivismo culturale e il suo impegno sociale”.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Fonte Ansa.it

Calendario Notizie

Giugno 2024
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930