Gualtieri: la nascita del Conte bis ha salvato l’Italia

Modena

Con i populisti paese avrebbe rischiato di farsi molto male. Recovery fund, Gualtieri: non è una gara di velocità


“La nascita del nostro governo ha consentito di salvare l’Italia, è sotto gli occhi di tutti il rischio di trovarsi con una pandemia con forze che non credono alla scienza, contro l’Europa. L’Italia avrebbe rischiato di farsi molto male, è stato un cambiamento difficile per il nostro partito, ma abbiamo preso la decisione giusta”. Lo ha detto,alla festa dell’Unità di Modena, il ministro per l’economia Roberto Gualtieri. “Questa pandemia – ha detto – ha mostrato in modo evidente la debolezza strutturale del populismo, per fortuna che c’è stato un governo che ha avuto la forza di prendere delle decisioni molto difficili da prendere”.

Recovery fund: Gualtieri, non è una gara di velocità
La presentazione del piano per l’utilizzo del Recovery fund “non è una gara di velocità, anche perché il piano partirà da gennaio perché deve completarsi: c’è un accordo politico che deve tradursi in un accordo legislativo, sarà in vigore dal 2021 e fino ad allora non si potranno attivare i finanziamenti”. Lo ha detto, dalla festa nazionale dell’Unità di Modena, il ministro dell’economia Roberto Gualtieri, commentando il piano presentato dal governo francese.”Già in autunno – ha detto – avremo un’impostazione da sottoporre informalmente alla commissione e quindi l’obiettivo è essere prontissimi al primo giorno utile, facendolo insieme alla nostra manovra di bilancio. Noi, peraltro, abbiamo molte più risorse della Francia e quindi il nostro piano sarà più complesso”.

“Non tornare troppo presto a regole bilancio più rigide”
“Non ci possiamo permettere troppo presto di tornare a regole di bilancio più rigide. Anche l’anno prossimo saranno necessarie politiche espansive. In generale, finché non si recupera completamente il Pil perduto, che richiederà più del 2021, finché non si ritorna al livello precedente sarebbe sbagliato ripartire con una fase in cui la cosa fondamentale è il consolidamento di bilancio e la riduzione del deficit. La cosa positiva è che mi sembra stia emergendo un consenso. Ovviamente il deficit calerà però non è ancora il momento della stretta. E’ fondamentale ripartire da dove stavamo discutendo per una riforma del Patto di stabilità”. Lo ha detto il ministro Gualtieri in riferimento alle scelte in sede europea.

In arrivo piano cashless, governo rispetta impegni
“Sta per partire piano cashless per la digitalizzazione dei pagamenti, c’è un boom in questi mesi. Può essere una grande eleva per combattere l’evasione fiscale. Questo governo quando ha fatto annunci li ha rispettati”. Così il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, intervenendo alla Festa dell’unita’ del Partito democratico in corso a Modena.

“Obiettivo creare spazio per taglio tasse”
“L’obiettivo che ci prefiggiamo in questo  pacchetto di riforme che accompagneranno gli investimenti è fare  entrare a regime riforme che possono aiutare a finanziarie una  riduzione maggiore del carico fiscale”. Così il ministro dell’Economia . “Una pubblica amministrazione totalmente digitalizzata e un sistema di pagamenti più digitalizzato del’attuale è un meccanismo che  strutturalmente ridurrà l’evasione fiscale” consentendo “un graduale  aumento del gettito per sostenere la riforma fiscale”. Una riduzione da finanziare sia con la lotta all’evasione che con “la  de-bonusizzazione”, dice Gualtieri per aliquote Irpef più basse per la maggioranza dei cittadini. “Noi non siamo d’accordo con la flat tax ma noi siamo per tasse  progressive” perché con la progressività “possiamo avere riduzione carico fiscale sul lavoro e sui redditi medio-bassi per un fisco più  semplice meno astruso”, “un sistema fiscale più amico dell’ambiente e  amico della famiglia e della genitorialità”, afferma.

Fonte Rainews.it

Calendario Notizie

Ottobre: 2020
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031