Roberto Salis, l’ambasciata sapeva di mia figlia in catene

“Credo che l’Ambasciata italiana
abbia partecipato ad almeno quattro udienze in cui mia figlia è
stata portata in queste condizioni davanti al giudice. Noi fino
al 12 ottobre, quando mia figlia ha scritto una lettera, non
avevamo evidenza del trattamento che stava subendo nostra
figlia. Gli unici che lo sapevano e non hanno detto nulla sono
le persone dell’Ambasciata italiana in Ungheria”. Lo ha detto ad
Agorà Rai Tre Roberto Salis, il padre di Ilaria, mostrata ieri
in catene davanti al tribunale di Budapest.
    “Alle 10 abbiamo l’appuntamento con l’ambasciatore (italiano in
Ungheria ndr). Mi aspetto delle azioni, abbiamo fatto tante
chiacchiere. Questa è la prima volta che ho il piacere di
parlare con l’ambasciatore. Evidentemente in questi 11 mesi ha
avuto impegni molto più gravosi che occuparsi di mia figlia”. Lo
ha detto Roberto Salis, padre di Ilaria, ad Agorà Rai Tre.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Fonte Ansa.it

Calendario Notizie

Febbraio 2024
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
26272829