Quanto è digitale il tuo Comune?

La digitalizzazione di un Paese passa anche dalla digitalizzazione della sua Pubblica Amministrazione e dei servizi da essa erogati. L’Italia, purtroppo, non è famosa nel mondo per avere una PA sempre efficiente e all’avanguardia e, anche per quanto riguarda la digitalizzazione dei servizi, ancora molti Comuni sono indietro.La situazione, in realtà, è a macchia di leopardo: ci sono Comuni abbastanza avanti e che mettono già a disposizione molti servizi digitali per i propri residenti, mentre ce ne sono altri che sono fortemente indietro.Ma se la situazione è variegata, gli strumenti sono invece uniformi: tutti i Comuni italiani hanno una serie di compiti da svolgere per digitalizzare la propria Pubblica Amministrazione e dei servizi ben precisi da erogare in digitale. Lo dice il CAD, il Codice dell’Amministrazione Digitale, una serie di norme che stabiliscono quali sono i servizi digitali che gli enti della Pubblica Amministrazione devono offrire ai cittadini e la tabella di marcia che gli stessi enti devono seguire.Di conseguenza, per capire quanto è digitale il tuo comune basta sapere a che punto è nell’implementazione di questi servizi.Anagrafe Nazionale Popolazione ResidenteL’Anagrafe Nazionale Popolazione Residente (ANPR) è prevista dall’articolo 62 del CAD ed è obbligatoria per tutti i Comuni. Serve a gestire in modo uniforme e digitale tutti i dati anagrafici dei cittadini residenti nel Comune. È un sistema centralizzato ed è accessibile dagli altri settori della PA. I Comuni hanno a disposizione dei fondi specifici per finanziare l’ANPR e l’attivazione del servizio ha tempi abbastanza brevi: di solito bastano un paio di mesi. Al momento i cittadini censiti in digitale sono 22 milioni, che dovrebbero salire a 45 milioni entro fine 2019.Sistema Unico Identità Digitale

Fonte Fastweb.it

Calendario Notizie

Agosto: 2022
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031